LIBERAZIONE

LIBERAZIONE. Una buona metafora di un’ottima psicoterapia, come tecnica e arte di liberazione, oltre che un esercizio mentale a pensarsi “gufo” e veder arrivare aiuti insperati, inimmaginabili, come non di rado accade a noi.


Bibbiamo siamo noi

Vanity Fair n. 35, ospite di Luca Dini, direttore di Glamour, già direttore di Vanity Fair


“Da molti anni, convinta come sono che un bambino abbia diritto a essere circondato dagli affetti più forti, faccio guerra contro un sistema «socioterapeutico» che invece vuole garantirgli il «miglior contesto possibile». Ovviamente migliore secondo loro, secondo certi psicologi da salotto tv dietro le cui parole si legge la voglia di togliere i figli ai genitori giudicati troppo poveri o troppo ignoranti per crescerli. Figurarsi quelli in odore di psichiatria. Read more

Carta dei Servizi del Centro di Salute Mentale di Bari

Scarica la carta dei servizi

“Con biliardo, arte e sport la terapia per i pazienti al Centro di salute mentale”
Pubblicato su Repubblica 27 Marzo 2019 a cura di Silvia Dipinto

La direttice, Maristella Buonsante: “Con la Carta dei servizi ogni cittadino può essere in grado di conoscere attività che si svolgono nelle nostre sedi”

Ogni lunedì un campione di biliardo insegna a sei utenti i segreti dell’originale sport. Ogni martedì alla musicoterapia si associa lo yoga della risata, il laboratorio artistico e autobiografico. Mercoledì all’insegna del contatto con la natura e della comunicazione virtuale, giovedì teatro, venerdì calcetto e vela per cancellare lo stigma. Il ricco calendario non teme paragoni. Read more

SU ARTE E IDENTITÀ

in margine al Laboratorio IMMAGINI SENSIBILI a cura di Agnese Purgatorio 

leggi articolo

Quali sono le parole chiave per utilizzare il gioco dell’arte e giocare sull’identità, propria e altrui, riuscendo a ricomporre e completare il proprio mondo esterno e interno? Alcune sono certamente dettaglio, frammento, scomposizione, psicominiera, specchio, forbici, scanner, caleidoscopio, pancia. Ancora puzzle, enigma, sciarada, rebus, codice. Read more

L’INDIVIDUO E’ UN CONCETTO?

Credo nel 1988, alla presenza di almeno 10 persone, in bozza di un Piano Sanitario, suggerii che la configurazione dei Servizi Socio Sanitari dovesse essere a rete. L’abuso del concetto e la non comprensione in termini di prassi, mi insegno’ che Nolite ponere margaritas ante porcos.
In quegli anni stessi la psicoterapia piu’ accorta divento’ multilivello. Il pensiero complesso multilivello – come quello di relazione e poi di rete – hanno espugnato il mondo. I social network son parenti strettissimi di quegli anni. Dicevo in quegli anni che l’individuo è un concetto. Ma mi sembra adesso che l’oscillazione debba cambiare polarità. Sia eccessivo il peso delle reti. Read more

I problemi psichiatrici
“La Gazzetta del Mezzogiorno” intervista di Nicola Simonetti – 24 novembre 2018

Come si fronteggiano rispettando la «Legge Basaglia»


La Gazzetta del Mezzogiorno” Sabato 24 novembre 2018 – Nicola Simonetti


Il 1968, ovvero 50 anni fa, manicomi chiusi per legge. Primo al mondo e principale fautore dei movimenti che la promossero fu il prof. Franco Basaglia, protagonista del superamento della logica e l’istituzione dei servizi di igiene mentale (SIM), oggi CSM (centri di salute mentale).

«Secondo i dati OMS – dice la prof. Maristella Buonsante, direttore Centro salute mentale ASL Bari – la morbilità psichica raggiunge il 30%: una persona su 3 potrebbe essere curata per problemi psichiatrici. Read more

APPUNTI SULLA VIOLENZA di Maristella Buonsante

Appunti per una conferenza sullo stalking, una delle oltre 6 conferenze tenute dal 2000 ad oggi, su mobbing, violenza di genere e non.

“Voi volete parlare dello stalker o dell’assassino o della vittima o del violento! Io parlo di un contesto di stalking o di un contesto patogeno in cui si sviluppano determinate relazioni inappropriate che prevedono che ci sia una vittima, un persecutore. Ci sono certe caratteristiche di entrambi che si diramano e come delle calamite si attirano in una maniera oserei dire irresistibile; certe volte al punto tale da far sembrare sia stalker che vittime di stalker, vittime.

Questa è la prima riflessione. Read more

“Vedo gli asini volar nel Ciel”: la psicoterapia con animali

Da qualche anno utilizzo il logo dell’asino con le ali per aiutare la Battaglia della Psichiatria. È stato “pensato” dall’artista Cristina Bari, che ha creato questo mutante nato da un proverbio e un computer.

Perché l’asino con le ali? Nella metafora comune, chi vede gli asini volare, notoriamente, è pazzo, ma allo stesso tempo chi dovesse vedere l’asino del logo su citato e negasse di averlo visto sarebbe pazzo. Ecco, allora, uno dei tanti paradossi in cui la nostra mente si imprigiona e non riesce più ad andare avanti: ci si perde in uno dei tanti labirinti di significati in cui il nostro tipo complesso di comunicazione ci conduce. Ecco, quindi, perché occorre comprendere la malattia mentale: per aumentare la consapevolezza delle radici più profonde del nostro essere umano.
Read more