I problemi psichiatrici
“La Gazzetta del Mezzogiorno” intervista di N. Simonetti – 24 novembre 2018

Come si fronteggiano rispettando la «Legge Basaglia»


La Gazzetta del Mezzogiorno” Sabato 24 novembre 2018 – N. Sim.


Il 1968, ovvero 50 anni fa, manicomi chiusi per legge. Primo al mondo e principale fautore dei movimenti che la promossero fu il prof. Franco Basaglia, protagonista del superamento della logica e l’istituzione dei servizi di igiene mentale (SIM), oggi CSM (centri di salute mentale).

«Secondo i dati OMS – dice la prof. Maristella Buonsante, direttore Centro salute mentale ASL Bari – la morbilità psichica raggiunge il 30%: una persona su 3 potrebbe essere curata per problemi psichiatrici. Read more

APPUNTI SULLA VIOLENZA di Maristella Buonsante

Appunti per una conferenza sullo stalking, una delle oltre 6 conferenze tenute dal 2000 ad oggi, su mobbing, violenza di genere e non.

“Voi volete parlare dello stalker o dell’assassino o della vittima o del violento! Io parlo di un contesto di stalking o di un contesto patogeno in cui si sviluppano determinate relazioni inappropriate che prevedono che ci sia una vittima, un persecutore. Ci sono certe caratteristiche di entrambi che si diramano e come delle calamite si attirano in una maniera oserei dire irresistibile; certe volte al punto tale da far sembrare sia stalker che vittime di stalker, vittime.

Questa è la prima riflessione. Read more

“Vedo gli asini volar nel Ciel”: la psicoterapia con animali

Da qualche anno utilizzo il logo dell’asino con le ali per aiutare la Battaglia della Psichiatria. È stato “pensato” dall’artista Cristina Bari, che ha creato questo mutante nato da un proverbio e un computer.

Perché l’asino con le ali? Nella metafora comune, chi vede gli asini volare, notoriamente, è pazzo, ma allo stesso tempo chi dovesse vedere l’asino del logo su citato e negasse di averlo visto sarebbe pazzo. Ecco, allora, uno dei tanti paradossi in cui la nostra mente si imprigiona e non riesce più ad andare avanti: ci si perde in uno dei tanti labirinti di significati in cui il nostro tipo complesso di comunicazione ci conduce. Ecco, quindi, perché occorre comprendere la malattia mentale: per aumentare la consapevolezza delle radici più profonde del nostro essere umano.
Read more

SUGGERIMENTI ALLE FAMIGLIE

di Maristella Buonsante

PREFAZIONE 

Nella logica della complessità, che caratterizza l’attuale clima scientifico, anche il disturbo psichico è oggi riconosciuto come legato all’intrecciarsi di fattori differenti (a livello biologico, individuale, relazionale..).
Per impedire che una persona soffra di disagio psichico, o “mentale” o – come comunemente si dice – di “esaurimento” cioè per fare prevenzione, occorre, quindi,  agire al livello (ossia nel contesto) dei differenti fattori. 

Read more

La psiche al tempo della precarietà

La precarietà  è insicurezza. Dipende solo dalle condizioni lavorative? No, è una condizione esistenziale che investe l’identità sociale (a sua volta già costruzione precaria, incompleta) e si riverbera su tutte le altre coordinate degli esseri umani. La persona senza lavoro non ha più la possibilità di costruirsi una storia, di dare un senso e soprattutto avere un progetto per il presente e il futuro della propria vita, dunque perde la possibilità preziosa di completare la propria identità. Read more